e-Commerce al decollo | Delaini & Partners

x
x
x
x
x


Daniele Inneguale
x
x
x
x
x
x
x


Via Moncenisio, 75 - 20089 Rozzano (Mi)

Tel. 391.3466.176
E-mail: info@marketingaction.it
X
X
Intervista di Breaking News

Quattro domande a Daniele Inneguale
Partner di Marketing Action S.r.l.

X

Si sta verificando una situazione decisamente curiosa: dopo che per parecchi anni i tentativi di indirizzare gli italiani agli acquisti via e-commerce non hanno avuto particolare successo, ci ha pensato il Covid a farci cambiare di colpo abitudini. Quali sono i dati significativi del contesto?

Direi che sono due gli elementi sui quali soffermare l’attenzione; li riporto citando la fonte, per quelli che desiderano approfondire:
  • gli italiani lo scorso anno (2020) hanno comprato online soprattutto beni e prodotti fisici per un valore complessivo di 23.4 miliardi di euro, oltre 5.5 miliardi in più rispetto solo allo scorso anno e con un incremento che è il più alto mai registrato. In particolare pensiamo al food & grocery : dei cinque miliardi e mezzo di acquisti b2c in più registrati quest’anno 2020, almeno 1.1 è riferibile a questo segmento, che del resto vale al momento 2.7 miliardi di euro, oltre il 70% in più rispetto all’anno scorso. (fonte: https://www.insidemarketing.it/ecommerce-in-italia-2020-dati/)
  • nello stesso periodo l’abbigliamento ha contributo per 700 milioni di euro alla crescita del fatturato eCommerce in Italia, tanto da far registrare un +22% rispetto alla rilevazione precedente e per un valore complessivo di 3.9 miliardi di euro.
    (fonte:
    https://www.insidemarketing.it/ecommerce-in-italia-2020-dati/)

Quali sono le tipologie d’azienda che vi risulta siano maggiormente interessate oggi all’e-commerce? E quali vantaggi possono aspettarsi da questa nuova modalità di presentarsi al mercato?

Soprattutto le PMI, sia nel caso del b2b che del b2c. Nel caso del 2b2 è importate raggiungere i propri clienti nel momento giusto, proprio al momento della necessità; il vantaggio è quello di poter far arrivare loro le informazioni che cercano nel momento in cui le cercano. Così nel caso del 2bc, attraverso la realtà dell’e-commerce è possibile raggiungere tutti i propri potenziali clienti e non doversi limitare ad alcun vincolo fisico, soprattutto in questo ultimo periodo caratterizzato dagli impedimenti del Covid.


Partire con una iniziativa di e-commerce non è uno scherzo. Come è possibile trasformare un rapporto diretto con il cliente che ci viene volontariamente a visitare in un rapporto indiretto che motivi le aziende (b2b) o le persone (b2c) ad accedere l nostro sito e a decidere di fare un acquisto via Internet?

Anche l’accesso ad un sito è un rapporto diretto, è l’utente che attraverso le sue ricerche esprime la necessità di un bene o servizio e i motori di ricerca rispondono loro con ciò che cercavano: se il proprio e-commerce è indicizzato correttamente, il tipo di relazione espressa è la medesima.
Non è poi necessario dover pensare ad una trasformazione quanto piuttosto accontentare tutte le tipologie di utenti in modo da poter arrivare in maniera capillare a più clienti possibili.


Marketing Action è specializzata in soluzioni per l’e-commerce. Come è articolata la vostra offerta e, in particolare, quali sono gli “ingredienti” specifici che offrite per favorire il successo delle iniziative dei vostri clienti? Perché non credo sia sufficiente fornire un bel sito interattivo e colorato. In che cosa avete deciso di differenziarvi?

Marketing Action si propone come partner a 360° con particolare attenzione alla fase di analisi iniziale per evidenziare sia nei clienti b2c e b2b i percorsi di acquisto più semplici e immediati creando un progetto che permetta al cliente di identificarsi nelle sue esigenze: questa fase è ritenuta fondamentale per generare una reale attenzione all’acquisto del proprio cliente. Insomma, accanto alla soluzione applicativa proponiamo un contributo determinante fatto di consulenza e formazione.
X