L'efficienza è metodo | Delaini & Partners

X
X
X
X

X



X
x
x
X
X
x
x
x
x
x
x


Via Parrocchiale, 26
25015 - Desenzano del Garda (BS)

puntoexe@puntoexe.net
www.puntoexe.net

x
X
X
Intervista di Breaking News

Quattro domande a Francesco Smorgoni
fondatore di Puntoexe

Cambiare software non è l’obiettivo ma lo strumento: come evitare di portarsi dietro gli errori e i limiti attuali

X

Le aspettative di chi arriva alla decisione di sostituire, in tutto o in parte, il software che fa da supporto ai processi aziendali sono sempre elevate ed è giustissimo che lo siano. Francesco, tu propon alle aziende, prima che si lancino su qualsiasi intervento tecnico-applicativo di un certo spessore, un passo preliminare. Anzi hai definito una metodologia specifica.
Puoi accennare sinteticamente in che cosa consiste?

In 23 anni di attività abbiamo realizzato che il vero elemento differenziante nella proposta di sistemi ERP non è il prodotto in sé, ma i risultati che questo permette di ottenere.
Se in passato era possibile e utile ragionare in termini di bisogni del cliente, credo che non sia più il tempo per questo approccio. Ritengo che sia necessario focalizzarsi sugli -obiettivi- del cliente. Si tratta di un’apparente sottigliezza che cela una differenza sostanziale. Il bisogno rappresenta l’oggi. L’obiettivo invece prefigura il futuro.
Allora, per parlare di futuro, non parliamo di programmi gestionali, di gestione della produzione, di CRM.
Discutiamo e descriviamo il percorso -concreto- per i risultati.
Cosa di meglio che un metodo di lavoro per affrontare gli obiettivi dei clienti?
Il MetodoPuntoexe nasce per guidare l’adozione e l’uso dei sistemi gestionali calandoli con metodo e disciplina nei processi dell’Impresa.
Il MetodoPuntoexe è il primo metodo made in Italy di miglioramento dell'organizzazione delle PMI.
Applicando le 6 fasi della nostro protocollo di lavoro si migliorano concretamente efficienza e valore di ogni attività cruciale dell'Impresa. Anche, ma non solo, grazie ai sistemi ERP.


Quali ritieni debbano essere i passaggi individuati dal tuo metodo perché l’azienda abbia un quadro chiaro di interventi e di vantaggi?

Troppo spesso ci siamo imbattuti in logiche che raccontavano di “fasi di analisi delle esigenze” ed amenità del genere. Non c’e’ nulla di differenziante ed innovativo nel proporre attività che portano poco valore perché standardizzate verso il basso.
Abbiamo disegnato il MetodoPuntoexe per offrire ai clienti risultati certi e zero disagi.
Quando cadenziamo il ritmo dei nostri interventi con le 6 fasi del MetodoPuntoexe lavoriamo implicitamente per consegnare subito e concretamente valore per i clienti dei nostri clienti.
Il nostro focus è lì, sul cliente del cliente.
Qualificare, Chiarire, Semplificare, Ottimizzare, Innescare, Sostenere, son tutte fasi di un processo codificato e protocollato che non ha nulla a che fare con la consulenza.
I nostri "Facilitatori dell'Organizzazione" lavorano con vademecum elaborati in anni di lavoro come esperti gestionalisti con un unico scopo; gli obiettivi del cliente.


Quello che hai battezzato “MetodoPuntoexe” è frutto delle tue esperienze di conduzione di progetti IT. Ritieni che sia “esportabile” nelle competenze di terzi? E a chi? Di quali prerequisiti devono disporre questi partner?

Io ed i miei collaboratori abbiamo codificato anni di pratica -troppi anni, significa che invecchiamo - in un lavoro che riassume buonsenso, innumerevoli tecnologie organizzative e moltissima passione. Anche la codifica del MetodoPuntoexe è un processo, in continua evoluzione. Può essere utile a tutte le Aziende del mondo IT e della consulenza che vogliano valorizzare le loro competenze e le loro risorse.
Il MetodoPuntoexe può aiutare da un lato a crescere con nuove opportunità di business da cogliere con i propri clienti, dall’altro a incentivare e innescare professionalità che forse non trovano gli entusiasmi e sbocchi di un tempo.
Non sono necessari particolari prerequisiti per adottare il metodo. Conoscere i propri clienti ed i loro flussi di valore permette di entrare nel mondo del MetodoPuntoexe passo dopo passo. Il MetodoPuntoexe è prima di tutto “autoportante”, guida con protocolli e regole codificate al miglioramento dell’efficienza del cliente.


Mi incuriosisce il fatto che tu proponga alle società informatiche – non è la prima volta sul mercato ma comunque si tratta di un approccio inconsueto – una partnership non basata su una soluzione software ma su un metodo. A quali tipologie di operatori IT può essere utile? E come?

Capovolgo la domanda. E’ ancora possibile proporre soluzioni IT come semplici distributori di questo o quel marchio? Come micro-produttori di software?
Se il mondo IT, e non solo, si sta spostando -rapidamente- verso il paradigma “as a service” significa che le Imprese pretendono e misurano i risultati. Molto più di prima, molto più attentamente di prima.
Allora è il momento di offrire un percorso, una disciplina verso e per quei risultati.
Il vero valore che possiamo offrire ai nostri clienti è la certezza del risultato e l’assenza di rischio. E tutto questo si garantisce con logiche semplici ed efficaci, codificate e messe a punto con chiarezza ed esperienza.
Proporre tecnologia organizzativa significa valorizzare i prodotti ed i servizi che la corredano, significa enfatizzare e qualificare la propria competenza.
Chiunque impatti con i propri prodotti o servizi i flussi di valore del cliente può garantire i risultati del MetodoPuntoexe. Chi si occupa di ERP, di software CAD/CAM, di CRM, di soluzioni per la gestione e pianificazione della produzione, di sistemi documentali, di e-commerce, può affrontare i progetti con i propri clienti con i vademecum del MetodoPuntoexe.
Qualificare, Chiarire, Semplificare, Ottimizzare, Innescare, Sostenere, sono fasi di un processo di integrazione delle proprie soluzioni con gli obiettivi del cliente, per non lasciare le performances attese al caso o all’”abbiamo sempre fatto così”.
Nei 6 passi del protocollo di lavoro si scopriranno anche molte nuove opportunità di intervento e fidelizzazione che prima si potevano solo ipotizzare.
Come diciamo spesso ai nostri clienti: puoi permetterti di non avere un metodo?
X