Manager 4.0 | Delaini & Partners

Forma facendo divertire


X
x
x
x



x
x
x
X

Vai all'articolo sulla "Gamification"
x
x
X
X
X

LE NOSTRE COORDINATE


Silvia De Martino
cell. 3298420554
silvia.demartino@ mondipossibili.eu


Franco Gariboldi
cell. 3398435053
franco.gariboldi@ mondipossibili.eu


X
X


Dopo aver prefigurato, descritto e dibattuto diffusamente sulle caratteristiche e funzioni dei processi e delle soluzioni tecnologiche che danno (e daranno sempre più) forma e sostanza all’idea di industria 4.0, ci siamo posti un semplice quesito: “ci siamo preoccupati di capire quali dovranno essere le qualità dell’uomo che governerà questi processi e queste soluzioni tecnologiche?” e “quali trasformazioni, nostre e dei nostri collaboratori, dovremo accompagnare e sostenere per traghettare le persone verso un profilo professionale adeguato e coerente alle necessità progettuali, gestionali ed operative dettate dall’evoluzione industriale in atto?”

Provare ad immaginare la progressione di carriera di una new entry in azienda se non, addirittura, di un prospetto di potenziale già inserito è sempre stato come consultare la sfera di cristallo.
Troppe le incognite legate alle percezioni del momento per poter dare risposte affidabili.
Attraverso un’analisi scientifica, resa possibile anche grazie all’evoluzione delle tecnologie, è oggi possibile prevedere con sufficiente affidabilità quali debbano essere le caratteristiche delle persone che dovranno ricoprire ruoli di leadership o comunque di “spinta” nei diversi settori dell’Azienda del prossimo futuro.
Questo processo ci consente, inoltre, di individuare precisamente quali siano punti forza ed aree “critiche” di ciascuno e su queste innescare rigorosi percorsi di miglioramento, oggi resi sempre più efficaci da approcci metodologici resi possibili dall’evoluzione tecnologica (vedi articolo qui già pubblicato sul tema della gamication).

Abbiamo individuato tre macro funzioni comportamentali che, presumibilmente e al di là delle competenze tecnico-specialistiche di ciascuno, caratterizzeranno i profili professionali del manager 4.0:
  • apertura all’innovazione e gestione del cambiamento
  • predisposizione al lavoro in team e in “rete”
  • leadership di tipo partecipativo: vale a dire indirizzata a motivare e coinvolgere le persone nel processo evolutivo.
Ciascuna di queste macro funzioni è sostenuta da determinate capacità e tratti attitudinali specifici che possono essere valutati, con strumenti validati scientificamente, definendo il grado di coerenza tra profili attuali e profilo a tendere.

Il modello delle macro funzioni comportamentali del manager 4.0 può essere descritto, a titolo esemplificativo, come segue. La tabella evidenzia il modello delle macro-funzioni comportamentali, delle attitudini e capacità che le sostengono. Tutte le capacità e le attitudini elencate in tabella possono essere precisamente valutate, delineando il livello di “solidità” della macro funzione.


Macro fattori comportamentali
Fattori valutati
Propensione all'innovazione e al cambiamento
attitudini/predisposizioni/caratteristiche
Ricettivo
Denota alta reattività cognitiva
Flessibile- Adattabile
Immaginativo
Aperto al cambiamento
Motivato all'apprendimento
Tollera l'errore
Flessibile nei processi cognitivi
capacità
Analisi
Problem Solving
Propensione alle relazioni interpersonali e al lavoro in team
attitudini/predisposizioni/caratteristiche
Estroverso
Ricettivo
Aperto e attento agli altri
Flessibile- Adattabile
Tollerante fiducioso
capacità
Integrazione organizzativa
Stile di leadership
attitudini/predisposizioni/caratteristiche
Indipendente - autonomo
Stabile sul piano emotivo
Assertivo
Intraprendente nelle relazioni sociali
Sicurezza di sé
Ricerca approvazione
Energico - motivato
capacità
Efficacia decisionale
Pianificazione e controllo

Gli strumenti valutativi specifici per capacità e attitudini realizzati in sistema web, improntato alla filosofia dell’ agility, consente di superare tutte le rigidità e relativi costi dei percorsi di assessment di tipo tradizionale. Ma di questo potremo parlare più diffusamente in seguito…





Alberto