Il Pinguino marcia spedito | Delaini & Partners
X


X
Nato sotto una buona stella
Linus Benedict Torvalds nasce il 28 dicembre 1969.
L'anno è quello del primo atterraggio dell'uomo sulla Luna, il giorno - secondo le antiche tradizioni nordiche - è quello dei "bambini senza difetti".
Il sistema operativo ideato da questo geniale ragazzo finlandese non poteva essere preannunciato da auspici migliori.
Nel 1988 Linus entra nell'Università di Helsinki, facoltà di informatica.
Nello stesso anno viene lanciato Minix, che il nostro eroe considera una sorta di versione Unix per Pc. Questo sistema costituirà l'impalcatura da cui prenderà successivamente origine il suo sistema operativo Linux.
Sempre nel 1988, promettente coincidenza, IBM lancia la leggendaria linea di server aziendali As/400.

Un sistema originale, libero
L'idea progettuale di base era quella di dare vita ad in sistema di tipo Unix, ma che potesse essere condiviso liberamente. Il suo nome originario era infatti GNU/Linux, dove GNU è un acronimo che sta a significare "GNU's not Unix".
La versione 1.0 del nuovo sistema operativo vede la luce nel marzo del 1994 e può già contare, grazie alla diffusione delle versioni sperimentali precedenti, su un bacino d'utenza di centinaia di migliaia di persone.
Il 1998 è un altro anno fondante per il Pinguino: al Freeware Summit si decide infatti di optare per il termine alternativo "open source".Due mesi dopo, IBM decide di adottare Apache come suo server web ed annuncia che il free software avrebbe goduto di assistenza aziendale, validandone per la prima volta ufficialmente l'uso in ambiente business.
Altre società importanti si stanno nel frattempo interessando all'evoluzione di Linux (potremmo citare CA, HP, Oracle, Sybase), ma è IBM che ne intuisce per prima il pieno potenziale, reputandolo seriamente come probabile protagonista di una vera e propria rivoluzione tecnologica a venire.

Evoluzione che continua
Negli anni successivi, grazie anche alle sue valide distribuzioni, il sistema operativo Linux guadagna spazi crescenti a livello mondiale nel mercato dei server, arrivando in questo momento a rappresentare, a livello mondiale, oltre un terzo del totale delle vendite e crescendo più velocemente della concorrenza, anche nel segmento strategico delle infrastrutture cloud.
Ci troviamo quindi di fronte ad un fenomeno commercialmente già molto incisivo, la cui costante ascesa non potrà che aumentare di intensità, ora che IBM si appresta a sviluppare e sostenere la nuova strategia Linux on Power.
Dove potrà arrivare Linux con il dichiarato e pieno supporto da parte di tutta IBM ?
Microsoft può trovarsi un concorrente temibile.

Alessio Meneghello
alessio.meneghello@delainipartners.it




Alberto