Agilis, mappa dei processi | Delaini & Partners
X

La completezza applicativa è una qualità ormai richiesta da tutti. Il problema, casomai, è capire "come" e a che livello questa completezza viene raggiunta.
Non intendiamo annoiare con un infinito elenco di funzioni, preferiamo riportare uno schema applicativo sintetico ma completo. Piuttosto ci siamo assunti la responsabilità di evidenziare con un cerchio rosso alcuni elementi che ci sembrano di rilievo. Ce ne sarebbero anche altri ma ci siamo fermati lì.


Alcuni rilievi:
  • occhio all'infrastruttura: molti dei vantaggi di un nuovo ERP risiedono nella gestione facile e completa di questi aspetti
  • l'intercompany è ormai un "must" così come l'internazionalità, perche anche molte delle PMI si sino strutturate come Gruppi
  • funzionalità Web: facile dire che ce le hanno tutti, però qui sono particolarmente forti nell'area delle vendite
  • Kanban: consegnare subito e acquistare il più tardi possibile fa parte delle necessità per sopravvivere a questo contesto di mercato.
Altre considerazioni:
  • manutenzione impianti: è diventata ancora più importante da quando le aziende risparmiano sugli ammodernamenti di infrastrutture e macchinari e ne protraggono il più possibile il tempo di utilizzo; inoltre non dimentichiamo i rischi che una manutenzione incompleta ha sulla sicurezza (vedi D.Lgs. 231/01 con i suoi risvolti civili e penali per aziende, proprietà e manager)
  • tracciabilità: non stiamo parlando solo di Iso 9000 quanto della neccessità di seguire all'interno e al'esterno (verso i Fornitori e verso i Clienti) eventuali difformità o dofettosità nei prodotti
  • commesse: tra i "plus" della competitività delle nostre PMI c'è da sempre la capacità di realizzare progetti e prodotti su misura
  • workflow: seguire passo passo i processi, il loro avanzamento, gli stop, le decisioni prese ed altro ancora richiede una funzionalità innestata all'interno dell'ERP.